In cosa consiste l’allenamento TABATA

Il TABATA è un allenamento che appartiene alla categoria HIIT.

In questo tipo di allenamento si prevede un lavoro ad alta intensità di 30 secondi circa, con recuperi di 10 secondi; eseguendo 5/6 esercizi, per più serie in base all’obiettivo.

E’ sicuramente utile per l’home-training, in quanto si può eseguire senza strumenti particolari o necessità di grandi spazi.

CHE COSA DETERMINA SE L’ALLENAMENTO E’ TABATA OPPURE NO

Il TABATA, oltre che per la tipologia di allenamento a livello di serie/ripetizioni, si distingue per l’utilizzo del VO2 max (il consumo di ossigeno massimo in 1 minuto), che arriverà a toccare livelli praticamente estremi, anche al 150/170%.

Per utilizzare il TABATA quindi bisognerà spingersi al limite della propria capacità cardiovascolare, utilizzando sia il metabolismo aerobico, che quello anaerobico.

A COSA SERVE IL PROTOCOLLO TABATA?

Il TABATA serve per incrementare sia le capacità aerobiche (incrementando il massimo volume di ossigeno) che quelle anaerobiche (aumentando la capacità di gestire il debito di ossigeno)…

Diversi studi sperimentali hanno confermato che in sole 6 settimane le prestazioni degli atleti sottoposti a questo protocollo sono migliorate notevolmente.

IN QUALI SPORT VIENE MAGGIORMENTE APPLICATO

L’allenamento TABATA viene solitamente proposto agli atleti che fanno sport da Ring, come la boxe o le arti marziali; questo perché devono sostenere sforzi di durata relativamente breve, con pochi recuperi, per un intero round… senza perdere il focus o appunto, andare in debito di ossigeno.

ESISTONO CONTROINDICAZIONI PER IL TABATA?

In primi si tende a non utilizzare sovraccarichi, questo perché l’allenamento richiede un utilizzo prettamente metabolico; mentre i pesi stimolano l’ipertrofia e il relativo affaticamento precoce dei muscoli.

Altro motivo molto valido consiste nel fatto che per determinate esecuzioni pliometriche, o comunque esercizi con movimenti articolari “critici”, i sovraccarichi rischiano di portare a infortuni muscolari come contratture o stiramenti.

CONCLUSIONI SUL PROTOCOLLO TABATA

In conclusione mi sento di dire che il TABATA non è di certo una tipologia di allenamento per tutti, o per lo meno non per i neofiti; in quanto richiede un livello di allenamento tale da poter “sopportare” un utilizzo del VO2 max spropositato rispetto alla normalità.

E’ sicuramente un protocollo che si può seguire, magari alternandolo con allenamenti più classici, così da abituare il corpo a vari tipi di sforzi… o eseguendolo per periodi di tempi prefissati.

Resta aggiornato

Seguimi su Instagram per rimanere aggiornato sui nuovi articoli in uscita e per vedere contenuti esclusivi!

Articoli correlati