Allenarsi con le macchine guidate o a corpo libero?

C’E’ UN GIUSTO O SBAGLIATO?

Di base non è sbagliato né l’uno né l’altro; tutto dipende da cosa si vuole ottenere e da quale livello ci troviamo, in tema allenamento e palestra.

Cosa significa ciò che avete appena letto?

Che le macchine hanno i loro vantaggi e svantaggi, come anche il corpo libero… e in base all’abilità di una persona o al tipo di atleta che si vuole diventare, si utilizzerà o uno o l’atro, o entrambi.

MACCHINE GUIDATE: PRO E CONTRO

Per macchine guidate si intendono tutti i vari macchinari che siamo abituati a vedere in palestra, presse, chest press, lat machine ecc…

Sono dotati di carrucole o meccanismi, che permettono di non dover quasi pensare alla coordinazione, dato che il movimento è guidato e obbligato; questo certamente può essere un vantaggio, perché è più difficile incombere in infortuni o dolori articolari dovuti ad una cattiva esecuzione.

Di contro, se così si vuole dire, c’è il fatto che non ti insegnano la coordinazione e la gestualità… nel senso che i tuoi muscoli e il tuo cervello non imparano a condizionare i movimenti in base all’esercizio che si sta effettuando.

In questa maniera quando si andrà a dover compiere sforzi che richiedono anche una coordinazione motoria particolare, oltre alla forza pura, ci si troverà in difficoltà.

Inoltre il muscolo si abitua prima e di conseguenza il suo miglioramento e la sua crescita inizieranno ad essere inibiti più rapidamente, cosa che vi costringerà a cambiare scheda e modalità di allenamento.

CORPO LIBERO: PRO E CONTRO

Tanto per cominciare il corpo libero non va definito come: flessioni, trazioni, addominali e basta… ma si intende tutto ciò che appunto non richiede l’ausilio di un macchinario.

Quindi si possono utilizzare manubri, bilancieri, kettlebell e tutto ciò che richiede il controllo dell’azione tramite la propria coordinazione.

I Pro sono innumerevoli… partendo dal fatto che ci sono tantissime varianti di allenamento, e questo vi permette di non rendere mai l’allenamento monotono o ripetitivo.

Poi, a parte l’aspetto del divertimento nel differenziare gli allenamenti, c’è anche un discorso di incremento costante della coordinazione e della praticità nell’eseguire gli esercizi, il che ha come diretta conseguenza l’aumento più rapido del carico, e quindi anche della condizione fisica (sia a livello estetico che funzionale).

Può essere eseguito fondamentalmente ovunque, basta disporre di un paio di manubri, o di kettlebell, di elastici; o comunque strumenti che non richiedono spazi e costi enormi.

Ovviamente non è tutto oro quel che luccica, ma quasi… 

Il contro aspetto più ovvio, come già accennato è il fatto che sarà più semplice incombere in qualche infortunio, dato da un movimento sbagliato o una distrazione durante l’esecuzione.

E’ normale che anche questo sia parte del gioco, per migliorare ed evitare che nel futuro riaccadano certi imprevisti.

Un altro aspetto “negativo” è che giustamente, arrivati ad un certo punto, anche il corpo libero richiede un investimento per poter progredire… ma a questo punto mi auguro che siate già iscritti in una palestra dove sarà tutto a vostra disposizione.

CONCLUSIONI SU MACCHINE GUIDATE E CORPO LIBERO

Come immaginerete non c’è un giusto o sbagliato, come già detto, dal mio punto di vista; ma solo un connubio perfetto tra l’uno e l’altro.

Essere pratici in ogni tipologia e sfaccettatura del mondo fitness e palestra, per potersi definire atleti completi! Non limitatevi ad una singola disciplina, ma spaziate, studiate, provate e vedrete che sarà tutto più facile, divertente e utile.

Resta aggiornato

Seguimi su Instagram per rimanere aggiornato sui nuovi articoli in uscita e per vedere contenuti esclusivi!

Articoli correlati